W.S.M. – Mozart a Verona!

W.S.M. – Mozart a Verona!

pubblicato in: Visitare | 0

Può sembrare strano, ma le scene che oggi vediamo fuori da qualche music store alla presenza del musicista del momento non sono certamente nuove per noi. Verona infatti le ha vissute circa 250 anni fa, durante il soggiorno del giovane Mozart assieme al padre proprio qui in città.

wolfang-amedeus-mozart-dismappa

Per gli appassionati del genio musicale è possibile fare un breve tour per vedere i luoghi dove fu ospite o suonò il musicista che, seppur limitati, possono regalare qualche curiosità.

Il contesto storico è quello della seconda metà del Settecento, periodo in cui gli artisti e gli intellettuali della Mitteleuropa vedono l’Italia come la meta ideale per l’arricchimento del loro curriculum. Verona è in un momento di splendore, favorito da decenni di pace e da una congiuntura economica favorevole: terreno fertile per far germogliare la voglia di cultura ed intrattenimento.

L’allora tredicenne Wolfgang Amadeus Mozart fa parte degli artisti che promuovono loro arte in Italia e nel gennaio 1770 è presente in città per alcuni eventi.

“Mozart tour” – tappa nr.1: il primo luogo da visitare è l’Hotel Due Torri, in Piazza Santa Anastasia facilmente raggiungibile da Piazza delle Erbe in pochi minuti. Qui il musicista trascorse parte del suo soggiorno, ospite poi delle Famiglie più illustri della città.

grassi_1880_cave_Hotel_Due_Torri_Verona

“Mozart tour” – tappa nr. 2: Mozart prima assiste ad un’opera e poi si esibisce per le maggiori personalità cittadine nella Sala Maffeiana dell’Accademia Filarmonica. L’Accademia  musicale è la più antica d’Europa (fondata nel 1543) e troverà la sua sede definitiva appunto presso il Teatro Filarmonico . La sala Maffeina è tra l’altro l’unica superstite delle vicissitudini del Teatro e l’esibizione che il pianista vi tenne fu talmente entusiasmante da essere dichiarato Maestro Onorario. Nota di colore: grazie alla corrispondenza dello stesso Mozart abbiamo una testimonianza che il galateo degli spettatori a teatro era assolutamente diverso rispetto ad oggi!

sala maffeiana - amici della musica verona

“Mozart tour” – tappa nr.3: Mozart dopo l’esibizione in Sala Maffeiana tenne un altro piccolo concerto esibendosi all’organo della Chiesa di San Tomaso Becket . E fu proprio qui che si presentò una folla tale da rendere difficoltoso l’ingresso dell’artista e del padre che l’accompagnava. Sempre nella corrispondenza con casa. il padre di Mozart racconta quanto accaduto, stupito di tanto clamore.

san tomaso centauriense - wikipedia

Ricordate che Mozart fu ospite a Verona da adolescente? Ecco, proprio come i giovani di tutto il mondo (e di tutte le epoche) volle lasciare traccia del suo passaggio e quello che oggi definiremmo atto vandalico, in realtà è una splendida e tangibile testimonianza della sua presenza in città. Infatti sullo strumento incise la sigla WSM (Wolfgang Salisburgensis Mozart) che con orgoglio ancora oggi possiamo mostrare. Non sarà un reperto di valore inestimabile, ma indubbiamente splende per originalità.

wsm - l'arena

Lascia una risposta

Inserisci il numero corretto *