Correre a Verona: never stop running! (anche in vacanza) #1 corse non organizzate

Correre a Verona: never stop running! (anche in vacanza) #1 corse non organizzate

pubblicato in: Attività, Running | 0

Chi la pratica abitualmente lo sa: correre non richiede tessere, iscrizioni, prenotazioni. E’ sufficiente indossare scarpe ed abbigliamento adatto, uscire dalla porta ed iniziare a muovere le gambe! Anche in vacanza è bene non perdere l’abitudine alla corsa ed è un vero piacere poter coniugare l’attività sportiva alla visita turistica. Vediamo quindi alcuni aspetti che possono essere utili per i runners ospiti della città.

Territorio: a Verona si può beneficiare di tre possibili tipologie di percorso e cioè pianeggiante, ondulato e sterrato. Il centro storico è assolutamente piano, ma nei suoi immediati dintorni sono percorribili salite e sentieri sterrati. Cercherò di fornire alcuni spunti, perchè sarebbe impossibile dare tutte le alternative

Percorso pianeggiante centro storico breve: nel cuore di Verona potrete percorrere distanze di circa 3-5 km, adatte quindi per il risveglio del corpo prima di iniziare la giornata. Seguite soltanto la vostra curiosità, ma non dimenticate di correre lungo Via Mazzini prima delle 09. Sarà tutta a vostra disposizione!

Percorso pianeggiante centro storico medio: il “giro dei ponti”, risalendo il corso dell’Adige sul lato esterno del lungo fiume da Ponte San Francesco  a Ponte Risorgimento , da qui superare il ponte e ritornare in centro da San Zeno, Regaste, Castelvecchio e Piazza Brà. Avrete percorso 8-10 km.

ponte pietra          castelvecchio

Percorso pianeggiante centro storico lungo: da fare esclusivamente la domenica, seguendo il tracciato del “giro dei ponti” a Ponte Risorgimento anzichè rientrare per il centro proseguire ulteriormente. Arriverete sino a Lungadige Attiraglio , ampia strada appositamente chiusa al traffico la domenica, vi condurrà sino alla Diga del Chievo . Attraversatela e iniziate il rientro attraverso la strada ciclo-pedonale che segue il Canale Camuzzoni. Arrivati in Corso Milano  prendete a sinistra e poi sempre dritto sino a San Zeno, Regaste, Castelvecchio e Piazza Brà. Complimenti! Avrete percorso 18-21 km.

attiraglio      diga chievo

Percorso pianeggiante sterrato breve/medio: se vorrete liberarvi dell’asfalto i bastioni faranno al caso nostro. Anzitutto il famoso e frequentato “Percorso della Salute” in via Lega Veronese a due passi da San Zeno. Anello di circa 1,1 km che vi farà godere della bellezza architettonica dei bastioni austriaci inseriti nelle mura magistrali cinquecentesche e di Porta San Zeno. Deciderete voi quanta strada fare ripetendo l’anello a piacere. Potrete portare anche chi vi accompagna e non vuole correre. Basta portare una coperta, un buon libro e della musica e chi vi accompagna non si annoierà di certo!

Percorso pianeggiante sterrato breve/medio: il punto di partenza sarà sempre il “Percorso della Salute” , ma anzichè limitarsi a correre nell’anello, seguirete tutto il “Parco delle Mura” lungo i bastioni destra Adige. Purtroppo il parco è interrotto da attraversamenti stradali, ma avrete il piacere di incontrare tre porte cittadine di alto valore storico-architettonico (Porta San Zeno, Porta Palio e Porta Nuova), senza trascurare il tracciato delle mura magistrali.

porta palio  bastione

Percorso pianeggiante sterrato lungo: il “Parco dell’Adige” vi garantirà l’allontanamento dal traffico cittadino, seguendo il corso del fiume in un’area verde curata e gradevole. La partenza è la stessa del “giro dei ponti”, cioè da Ponte San Francesco, ma stavolta dovrete seguire la direzione opposta, verso l’area chiamata Boschetto . Seguendo tutto il percorso arriverete sino a Villa Buri . Vi suggeriamo quindi di ritornare in direzione centro ripercorrendo lo stesso sentiero. Avrete percorso circa 15 km.

parco dell'adige

Percorso salita fondo misto: Chi ama mescolare sentieri pianeggianti con alcune salite troverà sicura soddisfazione nel seguire le “Torricelle”, le famose colline che circondano Verona. Suggerisco di partire da Ponte Pietra , seguendo via Santo Stefano e via Madonna del Terraglio. Qui potrete fare due scelte: o prendere via Marsala per poi svoltare in Viale dei Colli  oppure prendere via Castello San Felice. Nel primo caso potrete raggiungere uno dei punti panoramici più belli di Verona e cioè la terrazza del Santuario Madonna di Lourdes, costruito su un precedente forte Austro-Ungarico, mentre nel secondo raggiungerete velocemente i ruderi dell’antico castello Visconteo e poi Castel San Pietro di epoca Ottocentesca.

Le opzioni di percorso che potrete seguire sulle Torricelle sono numerose, facendo attenzione anche ai cartelli bianchi e rossi che indicano i sentieri. Il suggerimento che mi sento di dare è di rimanere sempre sul versante dal quale si è saliti, in quanto si rischia di scollinare dalla parte opposta della città seguendo una strada poco sicura per i pedoni.

madonna di lourdes

Clima: a Verona si corre tutto l’anno. Gli inverni sono spesso temperati e temperature estremamente rigide si raggiungono solo pochi giorni l’anno. L’estate per le sue temperature ed il livello di umidità è forse la stagione in cui il fisico soffre di più la corsa e quindi certi accorgimenti sono importanti per non rischiare di rovinare la vacanza. Il più importante è sicuramente l’idratazione: piazze e parchi cittadini sono forniti di fontanelle alle quali sostare per il giusto ristoro.

Orari: il momento ideale per correre a Verona è nelle prime ore del mattino. Oltre ai vantaggi che si traggono a livello fisico (esempio bruciare grassi anzichè zuccheri, attivare il metabolismo con beneficio per tutta la giornata, etc.) si potrà godere di una città completamente a vostra disposizione. Provate a percorrere la centralissima via Mazzini di prima mattina, prima che sia letteralmente invasa di turisti. Scoprirete il vero fascino della città.

Bene, i consigli ora li avete.  La buona volontà la dovete mettere voi! Buona corsa a tutti!

Cosa dite? Cercate forse qualcosa di più coinvolgente e magari competitivo? Allora ci vedremo nel prossimo articolo dedicato alle corse organizzate.

Se volete qualche chiarimento o avete dei percorsi da proporre non esitate a contattarmi!

foto: runtoday.it; amicidellabicicletta; L’Arena

Lascia una risposta

Inserisci il numero corretto *